Polizia locale in forma associata, nessuna proroga

0
296

TAGLIO DI PO – Dal primo gennaio scorso, è terminato definitivamente il servizio di polizia locale in forma associata tra i Comuni di Taglio di Po, Ariano nel Polesine e Corbola.

La convenzione del servizio di polizia locale Insula Adriana scaduta, dopo l’ennesima proroga, al 31 dicembre scorso, non è più stata rinnovata per decisione e volontà dell’amministrazione comunale di Taglio di Po.

Il servizio in forma associata era iniziato nel 2008 quando, oltre ai tre Comuni di cui si è detto, vi faceva parte anche il Comune di Porto Tolle; quindi successivamente, quando i Comuni di Taglio di Po, Ariano nel Polesine e Corbola decisero di dar vita all’Unione dei Comuni dell’Isola di Ariano, si vide la fuoriuscita del Comune di Porto Tolle, ovvero nel 2012.

“Quando nell’ambito della Strategia Aree Interne Contratto di Foce Delta del Po, si palesò l’ipotesi di dar vita ad un percorso di aggregazione per gestire il servizio in forma associata tra i sette Comuni interessati – afferma l’assessore alla polizia locale di Taglio di Po, Veronica Pasetto – la convenzione con i Comuni di Ariano nel Polesine e Corbola, che era in scadenza, è stata prorogata per consentire che partisse questo servizio in forma associata tra tutti i Comuni. Oggi la gestione di questo servizio tra tutti i Comuni appare di diÜcile realizzazione, almeno nell’immediato, e pertanto, a fronte della carenza di personale che l’uffcio di polizia locale sconta da anni (tre in tutto compreso il comandante) si è deciso di chiudere definitivamente la convenzione”.

“Aver chiuso la convenzione- prosegue l’assessore Veronica Pasetto – signifca per il Comune di Taglio di Po poter garantire che il nostro comandante Maurizio Finessi dedichi l’intero suo orario di lavoro ordinario alla gestione di questo importante servizio esclusivamente per il nostro Comune, mentre prima doveva garantire la prestazione del servizio nell’orario ordinario di lavoro anche per quelli di Corbola e Ariano nel Polesine. Si lavorerà, quindi, per assicurare una maggior presenza sul territorio dei vigili, esigenza molto sentita anche dai cittadini per garantire un maggior livello di sicurezza ed effcienza nella prestazione dei servizi relativi”.

La convenzione del servizio di polizia locale Insula Adriana scaduta, dopo l’ennesima proroga, al 31 dicembre scorso, non è più stata rinnovata per decisione e volontà dell’amministrazione comunale di Taglio di Po. Il servizio in forma associata era iniziato nel 2008 quando, oltre ai tre Comuni di cui si è detto, vi faceva parte anche il Comune di Porto Tolle; quindi successivamente, quando i Comuni di Taglio di Po, Ariano nel Polesine e Corbola decisero di dar vita all’Unione dei Comuni dell’Isola di Ariano, si vide la fuoriuscita del Comune di Porto Tolle, ovvero nel 2012.

“Quando nell’ambito della Strategia Aree Interne Contratto di Foce Delta del Po, si palesò l’ipotesi di dar vita ad un percorso di aggregazione per gestire il servizio in forma associata tra i sette Comuni interessati – afferma l’assessore alla polizia locale di Taglio di Po, Veronica Pasetto – la convenzione con i Comuni di Ariano nel Polesine e Corbola, che era in scadenza, è stata prorogata per consentire che partisse questo servizio in forma associata tra tutti i Comuni. Oggi la gestione di questo servizio tra tutti i Comuni appare di diÜcile realizzazione, almeno nell’immediato, e pertanto, a fronte della carenza di personale che l’uffcio di polizia locale sconta da anni (tre in tutto compreso il comandante) si è deciso di chiudere defnitivamente la convenzione”.

“Aver chiuso la convenzione- prosegue l’assessore Veronica Pasetto – signifca per il Comune di Taglio di Po poter garantire che il nostro comandante Maurizio Finessi dedichi l’intero suo orario di lavoro ordinario alla gestione di questo importante servizio esclusivamente per il nostro Comune, mentre prima doveva garantire la prestazione del servizio nell’orario ordinario di lavoro anche per quelli di Corbola e Ariano nel Polesine. Si lavorerà, quindi, per assicurare una maggior presenza sul territorio dei vigili, esigenza molto sentita anche dai cittadini per garantire un maggior livello di sicurezza ed efficienza nella prestazione dei servizi relativi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here