Lombardia: per gli agenti della Polizia Locale arrivano le pistole al peperoncino

Le pistole irritanti ed i dissuasori entrano a parte della dotazione del corpo di polizia locale.

0
497

In Lombardia gli agenti della municipale potranno utilizzare le pistole al peperoncino, oltre alla possibilità di adoperare i dissuasori di stordimento a contatto.
Il Consiglio regionale ha approvato la Legge di revisione ordinamentale 2021; questa norma interviene in diversi ambiti: da quello istituzionale a quello economico e territoriale; consente di apportare varie modifiche a leggi regionali già in vigore.

Fino ad oggi, la normativa piuttosto contorta consentiva la pubblica vendita delle pistole irritanti e la dotazione per gli agenti, ma la complessità della legge, aveva fatto sì che i corpi di polizia locale, in genere, non ne disponessero l’uso. Inoltre, il consiglio regionale lombardo ha promosso, con la legge di revisione ordinamentale 2021, oltre le pistole al peperoncino anche l’impiego dei dissuasori di stordimento a contatto, differenti dai celebri teaser, poiché apparecchi di difesa e non di offesa.
“Molta importanza all’interno del provvedimento è rivestita dagli interventi in favore della Polizia locale e sulla sicurezza – afferma Francesco Ghiroldi, consigliere regionale e relatore del provvedimento in Commissione – abbiamo, inoltre, introdotto la possibilità di uso da parte degli agenti della Locale dei guanti antitaglio, dei termo scanner, dei passamontagna e delle mascherine”.