Sicurezza alimentare, multe per 11mila euro

PALERMO – Dai controlli compiuti dalla Polizia municipale di Palermo sulla sicurezza alimentare e tutela del consumatore, predisposti dal Comandante Gabriele Marchese, sono state riscontrate diverse violazioni alla normativa vigente con sanzioni per un importo di oltre ad 11.000 euro.

Una discoteca abusiva è stata sequestrata in via Candelai e ad un market di via Salamone Marino, nei pressi della stazione centrale, sono state riscontrate gravi carenze igieniche.

In via Candelai, il titolare di un pub è stato denunciato all’autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica per emissione, all’esterno del locale, di musica ad alto volume.Gli agenti del Caep, il nucleo controllo attività produttive hanno riscontrato che l’attività di discoteca era abusiva, priva di autorizzazioni; durante il sopralluogo, venivano riscontrate settanta persone che ballavano in spazi angusti: circa 60 metri quadrati di un locale che disponeva di un dispositivo antincendio scaduto da dieci anni.

Per garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica, è stata immediata sospesa l’attività danzante , facendo defluire il pubblico all’’esterno del locale.Sono state sequestrate le apparecchiature musicali e comminate sanzioni al titolare per la mancanza della relazione fonometrica, delle tabelle alcolemiche e dell’apparecchio alcol test, mentre è stato sanzionato il barman addetto alla somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche perché non possedeva l’attestato di alimentarista.

Durante i controlli, onde prevenire momenti di tensione ed assicurare l’ordine pubblico, sono intervenute in supporto due pattuglie che stazionavano all’esterno del locale.

In via Salamone Marino invece, sono state accertate gravi carenze igienico sanitarie delle attrezzature e dei piani di lavoro, destinati alla vendita di alimenti e bevande; il titolare non disponeva del piano di autocontrollo HACCP, un sistema preventivo di controllo degli alimenti finalizzato a garantire la sicurezza igienica e per scongiurare il rischio di infezioni alimentari.

Inoltre, nelle pareti vi erano evidenti presenze di muffe e la pavimentazione, oltre ad essere sudicia per la mancanza di regolare pulizia, presentava vistose lesioni in diversi punti.

fonte: Adnkronos

Commenta

Articoli correlati

POL2020, nel nome della sicurezza

“Emergenza Pandemia. Analisi, gestione, esperienze" è il tema di  “POL 2020 – VII  Meeting Nazionale della Polizia Locale” in programma i prossimi...

Mascherine, quale usare? Vademecum del Ministero

Il Ministero dell'Interno ha divulgato un  “Vademecum sull' utilizzo delle mascherine” predisposto da un’agenzia formativa accreditata della regione Piemonte da divulgare a...

Coronavirus, in Liguria volano i droni

Proseguono i controlli della polizia municipale di Diano Marina, che vigila sul rispetto del decreto del governo che impone la quarantena in...

Seguici

1,061FansLike

Ultimi Post

POL2020, nel nome della sicurezza

“Emergenza Pandemia. Analisi, gestione, esperienze" è il tema di  “POL 2020 – VII  Meeting Nazionale della Polizia Locale” in programma i prossimi...

Mascherine, quale usare? Vademecum del Ministero

Il Ministero dell'Interno ha divulgato un  “Vademecum sull' utilizzo delle mascherine” predisposto da un’agenzia formativa accreditata della regione Piemonte da divulgare a...

Coronavirus, in Liguria volano i droni

Proseguono i controlli della polizia municipale di Diano Marina, che vigila sul rispetto del decreto del governo che impone la quarantena in...

“Coronavirus, sicurezza dei vigili urbani a rischio”

FIRENZE - Nonostante siamo in piena emergenza Coronavirus “continuano a mancare i dispositivi di protezione individuale per la Polizia Municipale del Comune...

Videosorveglianza, le linee guida Ue

Annamaria Villafrate per Studio Cataldi affronta il tema della Videosorveglianza e nello specifico quali siano le linee guida dell'Unione Europea in merito...