Due proiettili per il comandante di Alghero

Solidarietà e vicinanza dall'associazione Ancupm

0
210

Nei giorni scorsi, due cartucce inesplose calibro 7,62 avvolte in alcuni fazzoletti di carta sono state lasciate sul parabrezza di un’auto di servizio al corpo di polizia locale di Alghero, insieme ad un biglietto che riporta i nomi del comandante Guido Calzia e del suo assistente capo Alessandro Corrias. 

Un evidente atto intimidatorio che è stato  prontamente  denunciato. Le telecamere di videosorveglianza hanno ripreso un uomo, con l’ombrello, che si è introdotto nell’area esterna del comando di via Mazzini per lasciare il suo biglietto di morte. 

“Un atto vile, estraneo ad ogni forma di democrazia e civile convivenza, che la città condanna con estrema fermezza”, il commento del sindaco Mario Bruno. 

Solidarietà e vicinanza al corpo della Polizia Locale è stata espressa dal  dal comitato direttivo e di tutte le delegazioni regionali dell’associazione Ancupm  “nella speranza che gli autori di questo spregevole gesto siano prontamente individuati”.