Sicurezza stradale: la Ue comunica le nuove norme per la riduzione degli incidenti

Le nuove regole entreranno in vigore da maggio 2022: alcuni dispositivi di sicurezza saranno obbligatori su tutte le auto

0
6

I l Parlamento Europeo ha votato alcune nuove misure per rendere più sicure le strade della Ue e migliorare la sicurezza stradale. L’obiettivo delle nuove norme è quello di ridurre gli incidenti stradali. Le norme rendono obbligatori alcuni innovativi dispositivi di sicurezza nelle nuove auto. Fra questi ricordiamo il sistema di adattamento intelligente della velocità della nostra auto in relazione al traffico ed ai limiti di velocità stabiliti in vigore su quel tratto stradale. Il sistema consente all’auto di mantenere una distanza di sicurezza dal mezzo che ci precede nel nostro stesso senso si marcia e contemporaneamente è in grado di ‘leggere’ i cartelli stradali con i limiti di velocità imposti. Poi c’è il sistema di rilevazione e avviso della stanchezza del conducente in grado di cogliere i segnali di disattenzione del guidatore che invita a fare una sosta e comunque a fermare l’auto in condizioni di sicurezza. In futuro è previsto che questo sistema sia implementato con l’arresto di emergenza. In pratica l’auto comincerà a decelerare progressivamente fino a far intervenire in automatico il sistema frenante e a far accostare l’auto al margine della carreggiata. Già oggi molte vetture sono dotate del ‘line assist’ un sistema di lettura automatica con telecamera installata nella parte frontale dell’auto, in grado di ‘leggere’ le strisce ed i segnali posti sulla pavimentazione stradale, in grado di rilevare e segnalare il salto di corsia. Per non parlare poi del sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, in grado di rilevare e stimare i livelli di pressione delle ruote e di avvertire il guidatore in caso di anomalie. E poi ancora: sistema di rilevamento ostacoli anteriore e posteriore, telecamere anche ad infrarossi per vedere di notte e nella nebbia, sistema di frenata di emergenza, sistema di precrash in grado di attivare tutti i sistemi di sicurezza passiva e attiva in caso di imminente pericolo di incidente al fine di tutelare al massimo (ma sempre nei limiti della fisica ovviamente) le persone a bordo del veicolo e per quanto possibile anche quelle degli altri veicoli coinvolti nel sinistro o addirittura dei pedoni con airbag apposta per loro. Le nuove norme diventeranno effettive a partire da maggio 2022 per i nuovi modelli e da maggio 2024 per i modelli esistenti. “Obiettivo delle norme è adeguare la legislazione esistente agli sviluppi tecnologici e alle recenti tendenze sociali, come l’invecchiamento della popolazione, alle nuove fonti di distrazione per i guidatori (soprattutto l’uso dei dispositivi elettronici mentre si guida) e all’aumento del numero di ciclisti e dei pedoni sulle strade europee”. Lo scopo è quello di ridurre drasticamente il numero di incidenti stradali, dal momento che il 95% di questi ultimi dipende da errori di tipo umano. Non dimentichiamo infatti che per quanto la tecnologia possa venirci in aiuto, il fattore umano è sempre in grado di fare la differenza.