Gli ispettori dei bus possono multare soltanto nelle corsie riservate ai mezzi pubblici

0
110

La Corte di Cassazione ha emesso una sentenza che fa luce sugli accertamenti delle violazioni delle norme del codice della strada effettuate dai dipendenti di aziende del trasporto pubblico con funzioni ispettive, ai sensi dell’art. 17 comma 132 della l. n.127 del 1997.

La Corte ha sancito che gli ispettori/controllori possono accertare le violazioni in materia di circolazione e sosta limitatamente alle corsie riservate al trasporto pubblico, ex art. 6, comma 4, lett. c), del d.lgs. n. 285 del 1992, con esclusione, quindi, dell’esercizio di tali funzioni relativamente ad ogni altra area del territorio cittadino.

Ecco la sentenza
Cassazione, Sez. SECONDA CIVILE, Sentenza n.3494 del 06/02/2019 (ECLI:IT:CASS:2019:3494CIV), udienza del 27/06/2018, Presidente ORICCHIO ANTONIO Relatore COSENTINO ANTONELLO