Usavano WhatsApp per avvertire su presenza autovelox e forze dell’ordine

“Interrompevano e turbavano i servizi di controllo delle forze dell’ordine” attraverso lo scambio di informazioni, in maniera costante e coordinata, circa la presenza di posti di blocco sulle strade. Il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Agrigento, Paola Vetro, ha notificato nelle scorse ore un avviso di fine inchiesta a 62 indagati, quasi tutti di Canicattì, iscritti e partecipanti a un gruppo WhatsApp, denominato “Uomini immiezzu a via”, che si sarebbero avvisati a vicenda, facendo veicolare le informazioni a terze persone, della presenza di uomini delle forze dell’ordine sparsi per il territorio e di autovelox.

L’indagine è scaturita dal ritrovamento casuale del telefono cellulare di uno degli iscritti al gruppo. Nella lista degli indagati, nei cui confronti si profila la richiesta di rinvio a giudizio o la citazione diretta, anche autisti di ambulanze o di mezzi di soccorso e camionisti. Con l’avviso di conclusione delle indagini, i difensori (fra gli altri gli avvocati Calogero Lo Giudice, Luigi Troja, Calogero Meli, Paolo Ingrao e Giovanni Salvaggio) potranno provare a evitare il processo producendo memorie difensive o chiedendo un interrogatorio dei propri assistiti.  

Commenta

Articoli correlati

Castronno: denunciati truffatori dell’asfalto.

Si chiama la “truffa dell'asfalto”, una tecnica usata da alcuni truffatori stranieri che propongono ai cittadini privati un'asfaltatura economica e veloce. Un...

Pistoia: sequestrate 12 tonnellate di rifiuti pericolosi

Per contrastare le violazioni ambientali e garantire la sicurezza stradale,il 24 febbraio 2021 è stato siglato un accordo tra i comuni (Sambuca...

Contagi in aumento a Cosenza, la Polizia Locale con il megafono invita i cittadini ad indossare la mascherina ed evitare assembramenti

Questo è uno dei messaggi trasmessi all'altoparlante dall'auto della Polizia della città di Cosenza: «Si invita la cittadinanza ad evitare gli assembramenti...

Seguici

1,105FansLike

Ultimi Post

Castronno: denunciati truffatori dell’asfalto.

Si chiama la “truffa dell'asfalto”, una tecnica usata da alcuni truffatori stranieri che propongono ai cittadini privati un'asfaltatura economica e veloce. Un...

Pistoia: sequestrate 12 tonnellate di rifiuti pericolosi

Per contrastare le violazioni ambientali e garantire la sicurezza stradale,il 24 febbraio 2021 è stato siglato un accordo tra i comuni (Sambuca...

Contagi in aumento a Cosenza, la Polizia Locale con il megafono invita i cittadini ad indossare la mascherina ed evitare assembramenti

Questo è uno dei messaggi trasmessi all'altoparlante dall'auto della Polizia della città di Cosenza: «Si invita la cittadinanza ad evitare gli assembramenti...

Genova: campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale da parte della Polizia Locale.

A partire dal 13 Aprile, per sensibilizzare i cittadini gli utenti della strada, grandi e piccoli, il Ministero della Sicurezza e il...

I taser arrivano a Venezia

Nell'esperimento di sei mesi, ogni turno coinvolgerà due agenti. Entro pochi giorni, gli operatori della polizia locale verranno formati (per due settimane)...