Ugl: gestione polizia locale fallimentare

0
194

ANCONA – In 2018 da dimenticare, questo è secondo l’Ugl, il giudizio della gestione fallimentare dell’amministrazione del Corpo di Polizia Locale Dorico.

“Auto di servizio fatiscienti, spray urticante in dotazione con poca efficienza (Regolamento Regionale nr 5 del 10/2017) nuove divise mai fornite o mai utilizzate (LR 1/14), nuovi gradi mai attribuiti ( regolamento attuativo LR del 3/2017 tranne al Comandante), formazione per strumenti di autodifesa e personale, inadeguata o insufficiente, indennità di vigilanza (CCNL Enti Locali Polizia Locale) e del vestiario attribuita ad “personam”, carte dei servizi mai stilata e pubblicata sul sito del Comune “Amministrazione Trasparente” (art. 28 D.Lgs 150/2009 – Delibera ANAC 1074 del 11/2018), organico insufficiente (rapporto un operatore ogni 700 abitanti) totale scollamento tra vertici e base ma soprattutto totale incompetenza nella gestione e valutazione di un operatività complessa per una realtà in continua evoluzione (vedi la sperimentazione del Taser)”. 

E’ lungo l’elenco fornito dall’Ugl sulle mancanze presenti all’interno del corpo di polizia locale. Il sindacato non risparmia nulla

“Ai faraonici proclami pubblicitari del “faremo, assumeremo, compreremo” , ad oggi cosa e’ stato fatto? Niente.!.Anzi, registriamo aggressioni subite in servizio da parte degli operatori (ottobre corso Cavour), atti intimidatori (lancio di pietre su auto di servizio) appiattimento professionale nonché aumento di rischi per essere continuamente mandati allo sbaraglio a mani nude. Alla luce di tutto questo, l’Ugl non stara’ ancora a guardare, denunceremo nelle sedi opportune ,Giudice del Lavoro, Procura della Corte dei Conti, ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione) ed Ispettorato del Lavoro quanto fin’ora violato e disatteso, per ridare dignità e sicurezza a tutti gli operatori di PL ma soprattutto per avere risposte alle istanze per le quali abbiamo ricevuto solo silenzio”.