Coronavirus, Barbato: tutelare gli agenti della polizia locale non sono robocop

Appello al governo per la fornitura di DPI idonei a contrastare il virus

0
108

“State giocando con la pelle di 60mila lavoratori”. Non  le manda di certo a dire , l’ex comandante della Polizia Locale di Milano Antonio Barbato  in un video messaggio rivolto a  presidente della Repubblica,  premier,  ministri, Anci e comandanti della polizia locale italiana.

“Vedo molta approssimazione, molto tentennamento. Dovete – dice con forza fornire agli operatori della polizia locale tutti gli strumenti idonei per proteggersi dal coronavirus”.

  “Come si può chiedere alla polizia locale – si interroga Barbato –  di controllare gli accessi alle città senza fornirgli tutto quello che serve per tutelarsi come gel e mascherine?” 

“Non sono dei robocop – ammonisce – e non sono immuni al contagio. Perfatore,  tuteliamo chi ce la sta mettendo tutta per fare il proprio lavoro a difesa della sicurezza collettiva”.

APPELLO DI ANTONIO BARBATO (GIÀ COMANDANTE DELLA POLIZIA LOCLE DI MILANO E PRESIDENTE DELL'OSSERVATORIO POLIZIE LOCALI) A MATTARELLA, CONTE, LAMORGESE, DE CARO:"FORNITE IMMEDIATAMENTE MASCHERINE E GEL ALLA POLIZIA LOCALE ITALIANA. NON SI GIOCHI CON LA VITA DI 60.000 OPERATORI IMPEGNATI PER IL CORONAVIRUS…"

Pubblicato da Antonio Barbato su Mercoledì 11 marzo 2020